venerdì 22 febbraio 2013

La collezionista di voci - Kimberly Derting

La collezionista di voci, Kimberly Derting. 2010, Mondadori. 321 pagine.

Dopo averlo vinto mesi fa con un piccolo contest su Twitter, negli ultimi giorni ho letto con molta curiosità La collezionista di voci. E' uno young-adult, genere paranormale-thriller, libro d'esordio dell'autrice amercana Kimberly Derting e primo volume della saga The body finder (tre libri pubblicati finora e uno in arrivo sul mercato Usa ad aprile 2013). Si tratta una lettura di puro intrattenimento, senza troppe pretese, e così va presa. A intrigarmi è stata la trama che prende spunto da un’idea abbastanza originale e che mi è subito piaciuta molto.

Violet è un’adolescente con un potere particolare: sente l’eco della morte. Fin da bambina riesce a rintracciare animali ormai privi di vita nel bosco vicino a dove abita e per loro costruisce un piccolo cimitero. Solo quando gli animali sono sepolti, Violet non li “sente” più. L’eco nella ragazza può manifestarsi sotto diverse forme: odori, voci, luci. Purtroppo, all’età di 8 anni, Violet trova anche il corpo di una ragazza, e ne rimane inevitabilmente traumatizzata. Il libro vede all’opera un serial killer che ama rapire giovani donne per poi ammazzarle. Violet, anni dopo la terribile esperienza fatta a 8 anni, troverà un altro corpo, stavolta una delle vittime del serial killer, e senza volerlo sarà costretta a fare i conti con questa tremenda vicenda. Ad aiutarla ci sarà Jay, amico fin dall’infanzia, e per il quale adesso Violet prova qualcosa di diverso dall’amicizia.

Come potete leggere, la trama è invitante. La Derting scrive bene, in modo semplice e pulito. C’è anche un bel colpo di scena finale. Quello che indebolisce un po' il libro è la storia d’amore tra Violet e Jay. Storia d’amore verosimile, ci mancherebbe. Ma che prende troppo spazio nella storia rompendo a volte la tensione che ci deve essere in un giallo-thriller. L’autrice poteva inoltre evitare di trasformare Jay in un vip superstar della scuola che frequenta, dove ogni benedetta ragazza è inevitabilmente innamorata di lui, manco fosse un cantante degli One Direction. Sì, in pratica è il classico figo con tante groupies attorno.

Tolta la vicenda sentimentale, La collezionista di voci è un libro discreto se paragonato a tanti volumi young-adult usciti recentemente. Molto belle le parti riguardanti i pensieri del serial killer: in quei capitoli si nota il talento della scrittrice. Un’autrice da tenere d’occhio soprattutto se proverà a cimentarsi in thriller puri e crudi.


Consigliato a
: adolescenti, sicuramente di sesso femminile. Loro sapranno apprezzare anche la storia d’amore e la bellezza infinita di Jay. Ma è una lettura consigliata anche a chi ha voglia di staccare da letture troppe impegnative, per passare un paio di giorni sereni.


Citazione: "Dopo la promessa, le liscò dolcemente i capelli con la mano, prima di sbattere giù il portellone. Fischiettò fra sé e tornò in strada. Era stata una buona serata."

Nessun commento:

Posta un commento