venerdì 20 maggio 2016

“Il futuro di questo paese è nelle vostre teste” | Matteo Strukul | 12.05.2016 | Torino

Anche quest'anno Mangiapagine è andato al Salone Internazionale del Libro di Torino e come sempre è stato come visitare il paese dei balocchi.
Tantissimi stand (forse troppi) e tantissime nuove persone da conoscere. Questa volta ci siamo state con occhi più critici e ci siamo focalizzate soprattutto sulle piccole case editrici per conoscere un'offerta diversa.

E poi onestamente siamo andate anche e soprattutto per lui. Matteo Strukul, che alle 18.00 avrebbe tenuto un incontro per parlarci del suo ultimo romanzo “Il sangue dei baroni”. Non potevamo mancare!

Siamo state fortunatissime ad avere incontrato Matteo già qualche ora prima dell'evento, è stato bellissimo salutarsi e scambiare due chiacchiere in anteprima! È una persona molto semplice, alla mano e simpatica.

martedì 17 maggio 2016

Il grande animale - Gabriele Di Fronzo

Il grande animale, Gabriele Di Fronzo. Nottetempo. 161 pagine. 12,00 euro.

Voto: 8 ½

Questo romanzo ha per protagonista un dio.
Un dio che si chiama Francesco Colloneve.
Lui è l'uomo della fine; il confessore imparziale dell'ultimo atto di vita, colui capace di creare uno scarto labile e quasi inesistente tra vita e morte. 
Francesco ha il potere di donare l'immortalità.

venerdì 13 maggio 2016

Il rancore non dimentica - Luca Russo

Il rancore non dimentica, Luca Russo. Maglio Editore. 296 pagine. 15,50 euro.

Voto: 9

Ho appena pagato il caffè al mio barista di fiducia; non ho monete con me. Mi scambia la banconota che gli ho consegnato. Ritornano a me 10 euro. 
Li prendo tremante tra il pollice e l’indice della mano destra e li controllo. 
Leggo i loro segreti.
Fortunatamente, questi non ne hanno.
Le banconote invece che la gente di Bologna si ritrova casualmente tra le mani, svelano le più angoscianti, torbide, spaventose realtà: nomi di vittime casuali e innocenti, la loro data di morte e il modus operandi dell’assassino.
E’ questo ciò che avviene nel romanzo d’esordio di Luca Russo, “Il rancore non dimentica”, finalista del concorso letterario edizione 2016 Casa Sanremo Writers

martedì 10 maggio 2016

Fabio Cremonesi ci racconta Haruf | 9.5.2016 Milano | NNEditore

E' sempre doveroso prendersi del tempo per assimilare e gustarsi le belle giornate. 
Così abbiamo fatto anche questa volta, perché la mattinata di ieri è stata ricca e pregna di sorprese ed emozioni.

Il gentile e disponibile staff della NNEditore ha invitato Mangiapagine alla prima presentazione ufficiale di Haruf, in particolare dell'ultimo romanzo pubblicato “Crepuscolo”, in sede a Milano. A condurre l'evento il preparatissimo, simpatico e competente Fabio Cremonesi, traduttore delle opere dello scrittore americano. 

Per ovvi motivi è stato un incontro diverso dal solito, l'autore infatti è scomparso da poco e quindi è mancata la voce principale, ma Fabio è stato veramente un degno sostituto. Parlare con chi ha avuto l'onore di approcciarsi per primo alle opere di Haruf è stato meravigliosamente accattivante.

Si è spaziato molto tra l'esperienza diretta di Fabio come traduttore che ci ha raccontato il suo lavoro in modo dettagliato ma mai pedante, oltre a piccoli simpatici ricordi legati alla memoria di Haruf. Mangiapagine poi si è lanciato con tante (forse troppe!) domande, ma “Benedizione” (qui la recensione) ci è piaciuto così tanto e ci ha lasciato così tanti interrogativi, che ci sembrava doveroso dare sfogo alla nostra curiosità.

E poi siamo arrivati a “Crepuscolo”, l'ultimo libro della trilogia formata da “Benedizione” e “Canto della pianura”
Noi abbiamo visto il primo libro come incentrato sulla morte, mentre “Canto della pianura” è, per antonomasia, il racconto della nascita; e allora l'ultimo capitolo della serie come può essere considerato? Fabio si è trovato sicuro nel dirci che “Crepuscolo” parla d'amore, della pienezza della vita, fatta di cose belle e brutte, un romanzo “in fa maggiore” (cit.), in cui ritroviamo lo sguardo luminoso, di grazia e mai giudicante di Haruf.

Perché Haruf piace così tanto? Perché è un autore che racconta la vita così come è, racconta cose a cui ormai siamo disabituati, racconta le piccole cose quotidiane in mano a personaggi estremamente credibili.
Ecco il segreto del successo di questo autore.

Per ricordare Haruf, la NNEditore ha organizzato un flashmob previsto per Lunedì 16 maggio alle ore 18.00 in Piazza Duomo (qui tutte le info per l'evento) oltre ad altri appuntamenti legati al lancio di “Crepuscolo” in tantissime librerie.

Qui Mangiapagine vi lascia e scappa a finire di leggere i libri di Haruf e a riguardare le foto e gli appunti di una splendida mattinata in casa editrice.

Grazie ancora a NNEditore e a Fabio Cremonesi per averci regalato una giornata in compagnia di uno scrittore veramente eccezionale.