mercoledì 9 settembre 2015

Saghe fantasy focus on: "Cronache del Mondo Emerso" - Licia Troisi

Ho appena chiuso un libro, l'ultimo libro di una trilogia che mi ha accompagnata nelle ultime due settimane. L'ho chiuso tristemente, perché mi dispiace lasciare quel mondo, quei personaggi, è un po' come lasciare una parte che è stata con me per tanto tempo. Ma così è la vita. I libri son fatti per essere aperti, sfogliati, amati, divorati, letti e riposti sullo scaffale in fila, insieme ad altri ancora da scoprire e a quelli di cui ci siamo innamorati nella nostra vita. Ma sono contenta, perché ora posso condividere con voi una bellissima lettura. 

Il libro che mi ha fatta ridere, commuovere, arrabbiare e piangere è un in verità un insieme di tre libri: la trilogia delle Cronache del Mondo Emerso di Licia Troisi.
Sono da sempre scettica riguardo il fantasy italiano – a dire il vero sono scettica sulla letteratura italiana in generale, ma questo è un altro discorso – ma qualche mese fa ho finito la serie sulla Ragazza Drago, sempre della Troisi, e ricordo che è stata una lettura veramente appassionante e, visto che a casa avevo tutti i tre volumi della prima trilogia della scrittrice romana, mi sono detta, perché no? E non me ne sono pentita affatto.

I tre volumi sono stati pubblicati dalla Mondadori tra il 2004 e il 2005 (per poi riproporli in un unico volume) seguendo questo schema:

1. Nihal della terra del vento
2. La missione di Sennar
3. Il talismano del potere

La trama è molto semplice: Nihal, l'ultima mezzelfo della sua specie si batte per liberare le terre del Mondo Emerso da un tiranno. 
Niente di così innovativo, nel panorama di questo genere letterario, se vogliamo, ma c'è di più.

In questi libri c'è il riscatto dei popoli oppressi contro il giogo diabolico di un despota potente. 
C'è Nihal, che vuole scoprire le sue origini e vuole farsi valere come guerriero, vuole far capire che le donne non sono solo un corpo usato per riempire un bel vestito, ma sanno combattere, dare ordini, uccidere e sconfiggere il male per seguire il proprio destino.
C'è Sennar, che si butta a capofitto sui libri per diventare un grande mago capace di sconfiggere un intero esercito nemico, ma che si imbarazza a parlare di amore.
C'è Ido, uno gnomo guerriero e un maestro di vita, perché la vendetta non deve essere l'unico scopo di una battaglia.
Ci sono morti da eroi, ci sono amici che hanno combattuto fino alla fine per difendere un ideale e per fare da scudo alle persone amate.
Ci sono lacrime di tristezza, amare, ma anche di gioia, di consapevolezza che forse il male non è così invincibile come i cattivi vogliono farci credere.
C'è la speranza di una vita migliore. Sempre e comunque. A costo di grandi fatiche, di perdite, ma anche di felicità sconfinata.

Tanto di cappello allora a questa trilogia, che, sulle orme di un moderno Signore degli anelli, è in grado di far sognare i più giovani e anche chi giovane ormai non lo è più. 
Lettura consigliatissima, soprattutto adesso che è estate, così potete staccare da tutto e tutti e immergervi completamente in questo mondo fantastico.
Ve ne innamorerete.

Nessun commento:

Posta un commento