venerdì 11 aprile 2014

True Detective

Scheda tecnica:



Titolo originale: True Detective
Paese: Stati Uniti d'America
Casa di produzione: Anonymous Content
Anno: 2014 - in produzione
Genere: drammatico, poliziesco
Stagioni: 1
Episodi: 8
Durata: 60 min (episodio)
Lingua originale: inglese
Ideatore: Nic Pizzolatto
Regia: Cary Fukunaga
Tipo serie: antologica (in caso di rinnovo interpreti e vicende saranno differenti)

Interpreti e personaggi principali:

Matthew McConaughey: Rust Cohle
Woody Harrelson: Martin Hart
Michelle Monaghan: Maggie Hart
Tory Kittles: Thomas Papania
Michael Potts: Maynard Gilbough
Kevin Dunn: Ken Quesada

Potrei raccontarvi che la serie è incentrata sulle vite dei due detective, Rust Cohle e Martin Hart, che si intrecciano nella lunga e inesorabile caccia a un serial killer. Potrei dirvi che questa caccia dura da diciassette anni – dal 1995 al 2012, anno in cui è stato riaperto il caso. Potrei suggerirvi che il killer è uno psicopatico assetato di sangue innocente per raggiungere un grado più alto di un qualsivoglia umano comune. Potrei dirvi che i salti temporali in questa serie sono infiniti ed è necessario avere un cervello parecchio duttile per cogliere appieno tutti i vari collegamenti del caso.

Ma probabilmente mi limiterò ad affermare che tutto ciò che è stato scritto prima può essere facilmente cancellato; chisseneimporta del colpevole, del movente, di chi o che cosa ci sia dietro, perché dovete sapere che questa serie non è un classico thriller, è qualcosa di più. Sono le vite di due personaggi così diversi che sono costretti a lavorare insieme su un caso assurdamente spinoso, viscido, pericoloso e morbosamente disgustoso.
La serie spazia e nello stesso tempo si focalizza in modo magistrale sulle vite e caratteri dei due protagonisti, interpretati magistralmente da un magrissimo e schizzato Matthew McConaughey e un mascellone piacione Woody Harrelson.

Alla fine degli otto episodi ciò che vi rimarrà impresso non sarà tanto la storia in sé, quanto la maestria di aver saputo descrivere e tratteggiare dei personaggi tanto diversi fra loro, ma nello stesso tempo incastrati per forza di cose in una vicenda dalle tinte forti e grottesche.

Per concludere, sono rimasta molto soddisfatta di questa serie tv, sono stata contenta soprattutto di essermi imbattuta in un Matthew McConaughey in un ruolo così diverso dal solito belloccio palestrato, e ora sono decisamente curiosa di vedere che cosa si inventeranno gli sceneggiatori per la prossima stagione e soprattutto se riusciranno a formare un cast eccezionale almeno la metà di quello precedente!

Consigliata a: tutti gli amanti del genere poliziesco/thriller, ma anche a chi piace soffermarsi sulla psicologia dei personaggi, perché, come già detto, qui la storia passa in secondo piano, a favore della caratterizzazione dei suoi protagonisti.

Nessun commento:

Posta un commento