domenica 13 gennaio 2013

Invisible monsters - C. Palahniuk

Invisible Monsters, Chuck Palahniuk. 1999, Mondadori, 238 pagine.

La bellezza è un'arma a doppio taglio: seduce, ammalia ma può anche rendere invisibili. Non ci credete? Provate a chiederlo a Shannon.

Shannon McFarland è una top model bellissima e di successo, ma un giorno mentre sta guidando viene orrendamente sfigurata da una fucilata. Shannon dopo l'incidente è incapace di parlare e rimane con metà volto. E' un mostro invisibile.

Oltre a questa già pesante dose di sfortuna, Shannon viene tradita dal fidanzato Manus e dalla sua migliore amica Evie, anch'essa modella, nonchè ennesima sciacquetta.

Tutto inizia a prendere una piega diversa quando Shannon incontra in ospedale la Principessa Brandy Alexander, un magnifico transessuale a cui manca l'ultima operazione per diventare una donna vera. Le due diventeranno amiche e inizieranno un viaggio assurdo che porterà Shannon a vendicarsi di Evie e Manus e metaforicamente di una società basata sul culto della bellezza e del successo che usa le persone a suo piacimento e quando ne ha voglia le butta via come carta straccia ormai inutile.

Consigliato a: chi ama lo stile assurdamente delirante del buon vecchio Chuck. E' un libro che a prima vista può sembrare stupido (e anche un filino splatter) ma dopo averlo letto ci si accorge di quanto sia dannatamente moderno poichè tratta temi estremamente attuali quali droghe, farmaci, il culto della bellezza, l'omosessualità, la moda, la famiglia e la violenza. Non è assolutamente un libro per tutti, ma solo per gente malata.

Citazione:
"Se non posso essere bella, voglio essere invisibile".

Nessun commento:

Posta un commento