mercoledì 12 novembre 2014

Bookcity 2014: cosa, dove, come e quando?


Il countdown è quasi concluso: domani Milano finalmente riaprirà le porte per il terzo anno di fila alla grande manifestazione dedicata alla lettura, Bookcity. Per i più tecnologici, l’hashtag con cui si comunicano notizie e informazioni immediate e rapide a riguardo è #BCM14. Per i neofiti però è meglio spiegare tutto dall’inizio. Cerchiamo di rispondere alle domande più pressanti.

Cos’è #BCM2014 e quali sono le sue origini? Bookcity è una iniziativa che nasce dalla comunione di idee tra il Comune di Milano e il Comitato Promotore, insieme alla Camera di Commercio di Milano, all’AIE (Associazione Italiana Editori), l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani). Il fulcro che ha mosso gli enti è stata lo scopo comune di attribuire al libro il ruolo da protagonista di questo spettacolo. Una serie di eventi distribuiti per tutto il capoluogo milanese sono stati infatti creati per promuovere la lettura in ogni sua forma ed espressione. Interessante è notare quale sia un secondario scopo della manifestazione, ovvero quello di far sposare la tradizione e l’innovazione che hanno reso evolutivo il modo di leggere e i prodotti atti a quello che per molti è uno svago e una passione.

Quando suonerà il campanello di “start” di #BCM2014? La manifestazione ha inizio domani, giovedì 13 novembre e proseguirà per quattro giorni fino a concludersi domenica 16 novembre.

Dove è possibile assistere ai vari eventi e presentazioni? Grazie a Bookcity finalmente tutta la città di Milano è presa d’assalto da iniziative quali presentazioni libresche, spettacoli, letture singole e condivise, eventi tematici. Principalmente i vari momenti di incontro si terranno al Castello Sforzesco (qualche indicazione pratica: la sede è facilmente raggiungibile dalla metropolitana, linea rossa, fermata Cairoli) ma l’intero capoluogo milanese è iniziatore culturale. Ricordiamo altri luoghi di incontri come Palazzo Reale (situato adiacente al Duomo), l’Università degli Studi di Milano, la Biblioteca Braidense, per citarne alcuni.

Perché si dovrebbe partecipare ad una manifestazione di questa portata? E anzi! A chi è consigliato di partecipare? La risposta corretta è solo una. Sei un lettore? Ami il profumo della carta stampata oppure segui l’evoluzione tecnologica e gli ebooks non hanno più segreti per te? Sogni da anni di incontrare proprio quel tuo scrittore preferito, quello per cui hai creato una sezione apposita in libreria, rigorosamente separata da tutto il resto, i cui libri sono intonsi nonostante letti e straletti (ovviamente indossando i guanti bianchi)? Oppure sei solamente curioso di ricevere sorprese e informazioni e consigli riguardo ad una delle tue passioni più grandi, cioè la lettura? Ecco. Se rispondi sì a tutte queste domande, Bookcity fa per te. Se sei un lettore o di accingi ad esserlo, non farti scappare questa occasione!

Avete parlato di incontri con autori: c’è qualcuno di cui avete già presentato i romanzi qui sul sito o in altre collaborazioni che possiamo finalmente conoscere ed ascoltare “dal vivo”? Eccome no! Due sono i personaggi di cui consigliamo fortemente di assistere alla loro presentazione. Una è Francesca Battistella (ne abbiamo parlato qui) di cui Vanessa aveva presentato tempo fa il suo giallo “Il messaggero dell’alba” grazie ad una collaborazione con “Il libro del martedì” (qui se volete dare un'occhiata); potete trovarla presso il Castello Sforzesco, Sala della Balla, alle 18.30 durante l’evento “Il giro d’Italia in 30 noir”, dove Luca Crovi insieme ad un trio di disturbatori e ad una miss condurrà i lettori attraverso 30 noir ambientati in Italia, in una vera e propria maratona che inizierà alle 10 e si protrarrà per circa dieci ore. Chi accetta la sfida? (ndr. Vanessa spera di essere presente all’’incontro per incontrare Francesca. Giusto per rimarcare la storia degli autori per cui si costruiscono altarini in libreria..).
Il secondo personaggio che noi consigliamo di vedere e soprattutto di ascoltare almeno una volta nella vita è Donato Carrisi (ne abbiamo parlato qui, qui e anche qui!); il 15 novembre alle ore 15 potete trovarlo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci (presso l’Auditorium via San Vittore 22). Partendo dal suo ultimo romanzo, “Il cacciatore del buio”, attraverso un viaggio tortuoso e “criminale”, l’autore vi condurrà presso quelle certe “anomalie” di cui alcuni crimini sono pregni. Quei piccoli particolari fuori posto che si decide sempre di ignorare. Errando. Donato Carrisi è un narratore fenomenale, prima di essere uno scrittore. Se volete provare realmente paura, andate a seguirlo.

Ultima piccola informazione utile: se decidete di partecipare a questa manifestazione e sul momento avete qualche dubbio, oppure volete semplicemente fare due chiacchiere, potete trovare due dei fondatori di questo sito, Vanessa e Veronica, presso l’info-point situato al Castello Sforzesco nei giorni di sabato 15 e domenica 16 tra le 15 e le 19.30. Su, non siate timidi! Un saluto, due parole, un sorriso e qualche consiglio letterario lo troverete sicuramente e a noi farebbe piacere incontrare altri lettori maniacali come noi!

Nessun commento:

Posta un commento